10 Stili di Yoga: quale percorso fa per te?

yogaLe origini dello yoga, nato in India come disciplina in grado di coinvolgere sia il corpo che lo spirito, si perdono nei secoli.
La sua occidentalizzazione ha certamente contribuito a porre maggiormente in luce i suoi benefici dal punto di vista fisico, tralasciando almeno in parte, quegli aspetti legati maggiormente alla vita interiore di ciascuno di noi. La pratica delle asana, le posizioni dello yoga, non può però prescindere dall’agire in maniera benefica sia sul corpo che sulla mente, sotto molteplici punti di vista.

Praticare yoga è ormai molto popolare. Anche secondo la scienza moderna, questa antica pratica offre una moltitudine di benefici per il nostro corpo e la nostra mente.

Esistono una moltitudine di stili e scuole di yoga differenti, e la scelta è ardua per chi non conosce bene di cosa si tratta o si avvicina per la prima volta a questa pratica.
Il bello è che non vi è un percorso che funziona per tutti, ognuno deve trovare quello più consono al proprio corpo e alle sue esigenze.

Ecco qui allora i 10 principali tipi di yoga
con una breve e semplice introduzione
per aiutarti a scegliere il tuo percorso


1. Hatha Yoga: Realizzazione del Sè attraverso la pratica fisica, le tecniche di respirazione e le abitudini sane

La maggior parte dello yoga oggi è derivato dallo Hatha Yoga.
Questo persorso è costituito da un insieme di esercizi fisico-ginnici e da esercizi di controllo della respirazione perfezionati nel corso dei secoli da generazioni di yogin.
La pratica dello hatha-yoga tende al raggiungimento dell’equilibrio psico-fisico, di una maggiore consapevolezza dei nostri processi vitali, fisiologici e, più in generale, del nostro corpo in ogni sua parte.
Questo stile è ottimo per chi ancora non conosce bene la pratica dello yoga.

hatha yoga
clicca per ingrandire

2. Raja Yoga: la via regale dell’Unità

Il Raja Yoga, a volte, è chiamato Ashtanga Yoga o lo “yoga degli otto rami”.
Questo stile è incentrato sulla padronanza mentale attraverso pratiche di meditazione e concentrazione.

raja yoga


3. Jnana Yoga: Yoga della vera conoscenza

Jnana letteralmente significa saggezza in sanscrito. Pertanto Jnana Yoga è il sentiero della saggezza. Lo jñâna-yoga realizza la liberazione dal ciclo delle rinascite tramite la Conoscenza Metafisica. È un cammino estremamente duro, fra i percorsi dello yoga, è sicuramente il più complesso.yoga divisione

4. Kriya Yoga: Yoga della purificazione

Il Kriya Yoga (dal sanscrito: kriya, “azione” e yoga, “unione”) è una particolare forma di Raja Yoga, l’ultimo dei percorsi yoga descritti da Patanjali, definito la Via Regale di unione con Dio attraverso la meditazione. Questo stile utilizza tecniche per aumentare la purezza interna a livello fisico. Kriya Yoga purifica il corpo dalle tossine sia fisicamente che mentalmente attraverso pratiche di Dhauti (letteralmente significa “lavare”).kriya yoga

5. Mantra / Japa Yoga: Realizzazione del Sè attraverso la ripetizione di suoni e vibrazioni

Questo stile si focalizza sul suono e sulla voce. Si tratta di una pratica incredibile per cantanti o chiunque abbia problemi a concentrarsi su un singolo soggetto durante la meditazione. Attraverso la ripetizione dei mantra come “so hum” (io sono quello) si può portare chiarezza e pace nella mente.

om


6. Yantra Yoga: Lo Yoga del diagramma mistico

Lo Yantra Yoga è uno dei più importanti e antichi sistemi di Yantra della tradizione tibetana. Lo Yantra Yoga è un sistema di movimento configurato per coordinare la propria energia vitale attraverso la relazione tra respiro e movimento. Utilizza sequenze di movimenti fluidi e armonici che portano a sperimentare diverse condizioni di respirazione al ritmo del battito del cuore.
È lo yoga del movimento, è il corpo che danza con il respiro. Nello Yantra Yoga vengono coinvolti ed armonizzati i tre aspetti della nostra esistenza: il corpo (con le posizioni e i movimenti), l‘energia e le emozioni (con la respirazione), e la mente (con la concentrazione).

YANTRA YOGA 2

7. Laya Yoga: Yoga dell’Assorbimento

Laya significa “dissoluzione”. Il Laya Yoga è la scienza che permette di liberare l’energia latente nel sistema nervoso umano.
Attraverso questa liberazione, diventiamo liberi da tutti gli ostacoli e le limitazioni. L’obiettivo del Laya yoga è quello di raggiungere la suprema coscienza attraverso il controllo del respiro per evitare fluttuazioni della mente.

Buddha
8. Kundalini Yoga: Risvegliare la misteriosa energia

È lo Yoga della consapevolezza e mira a creare equilibrio e armonia fra il proprio corpo, la propria anima, la propria mente, unificando le tecniche di diverse vie dello Yoga in un sistema unitario. La pratica del Kundalini yoga si svolge attraverso il controllo della respirazione (pranayama), la postura (asana), la meditazione (dhyana), tecniche di rilassamento. Lo Yoga Kundalini è un percorso fisico, mentale e spirituale rivolto a risvegliare l’energia creatrice “addormentata” dentro di noi, arrotolata come un serpente, alla base della colonna vertebrale, corrispondente al primo chakra. Ogni essere umano ha questa energia Kundalini dentro di sé, e quando non attivata, rimane appunto dormiente nel perineo. Il processo di risveglio della Kundalini necessita di molta pratica. Ma una volta risvegliata, la Kundalini sale attraverso i chakra per pulire, aprire e svilupparli uno per uno.
Una volta che tutti i chakra inferiori sono sviluppati, la Kundalini raggiunge il chakra della corona, per raggiungere la più alta realizzazione spirituale. Il “Kundalini Yoga” è particolarmente adatto anche alle persone che non praticano lo sport e la ginnastica, ma vogliono raggiungere una condizione di maggiore consapevolezza di sé stessi in un contesto di equilibrio e serenità.

kundalini yoga 2

9. Bhakti Yoga: Realizzazione del Sè attraverso la devozione

Bhakti è un termine non facilmente traducibile. Esso esprime insieme devozione, sentimento spirituale, servizio offerto in modo puro e dinteressato, amore per Dio incondizionato e interrotto. Il Bhakti yoga sottolinea appunto l’amore e la devozione verso Dio. Questo tipo di yoga è per persone alle quali piacciono i percorsi religiosi, tuttavia non è una religione in sé.

BHAKTI

10. Karma Yoga: il percorso del servizio disinteressato

Il Karma Yoga è il servizio altruistico e disinteressato che serve a purificare la mente dell’uomo. Il lavoro è adorazione di Dio e va fatto senza desiderare il frutto delle azioni.
Questo percorso ci insegna a vivere agendo disinteressatamente e con dedizione verso l’umanità.

KARMA yoga

Tutti questi percorsi diversi si intrecciano insieme, come fa l’Universo in cui viviamo.
Yoga, appunto, significa unione.
Buona fortuna!

 

labirinto

di Toti Salemi

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *