Come creare un anello riciclando i bottoni

Chi non ha il ricordo della nonna che prima di buttare maglioni, giacche, camicie, borse ne staccava tutti i bottoni e li riponeva al sicuro nella scatola del cucito, non si sa mai potessero servire in futuro!
Mi sono così ritrovata con centinaia di bottoni colorati ed unici, di quelli in madreperla ora difficili da trovare..un vero e proprio tesoro…

Ebbene sì, la loro utilità non finisce con una macchia sulla camicia, nè con un buco nella giacca!
Quindi, avete mai pensato che anche i bottoni possono avere una seconda vita? Perche non trasformarli in qualcosa di utile a costo zero?

Love4Globe sostiene il riciclo creativo e quindi propone un’altra idea per dare nuova vita agli oggetti di uso quotidiano.

Occorrente:

  • bottoni
  • filo metallico (preferibilmente in alluminio)
  • pennarello o tappo di sughero della larghezza del vostro anello

 

La procedura:

RIUTILIZZAIMO I BOTTONI

Scegli i bottoni che più ti piacciono o ti rappresentano e cerca di immaginare il tuo anello, puoi usarne uno solo oppure sovrapporne due e decorarli con perline e nastrini.

Una volta deciso il dà farsi, prendi il filo metallico (meglio se di alluminio perchè leggero e non diventa scuro) e tagliane circa 70cm.

—————————————————

anello
Piega a metà il filo metallico e infila i bottoni partendo da quello che rimarrà più esterno una volta finito l’anello. Una volta infilati i bottoni piega di nuovo a metà il filo metallico, appoggialo sul pennarello tenendo il pollice sui bottoni ed inizia ad arrotolare il filo intorno al pennarello.

—————————————————

L’ANELLO PRENDE FORMA

riciclo bottoni

Una volta compiuti 3 giri arrotola il filo intorno ai bottoni in modo da fermare il tutto.

bottoni

Taglia il cavo in eccesso e cerca di nascondere le punte sotto l’intreccio in modo da non farsi male quando si infila l’anello.

—————————————————

IL RISULTATO

Ecco il vostro anello green

pronto da essere indossato o regalato!!

di SIMONA RODELLA

—————————————————

UNO PER OGNI OCCASIONE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *