Segreti e virtù delle piante: il Fico d’India

Fichi-dindia

Il fico d’India, pianta simbolo del Mediterraneo e appartenente alla famiglia delle Cactacee, è originario dell’America tropicale (e non dell’India) ed è stato introdotto in Europa dopo la scoperta del Nuovo Continente.

Proprietà

Ha un elevato valore nutrizionale: contiene fosforo, calcio e vitamina C, mentre la sua polpa è ricchissima di fruttosio, glucosio e saccarosio. Inoltre, tra le sue proprietà terapeutiche è possibile individuare quelle diuretiche: esso, infatti, facilita la diuresi e facilita l’eliminazione dei calcoli renali; in più, contribuisce ad abbassare il colesterolo nel sangue e favorisce la perdita di liquidi.

Come si mangia

Perfetto da consumare durante le giornate più afose, visto il suo alto potere dissetante.

sbucciare-fichi-d-india

  1. Per prima cosa indossa i guanti in lattice e metti i frutti in un recipiente d’acqua
  2. Prendi un fico d’india, poggialo su di un giornale e, tenendolo fermo con una forchetta, taglia una delle due estremità del frutto.
  3. Gira il fico d’india e taglia l’estremità opposta
  4. Ora, incidi la pelle del fico d’india con la lama di un coltellino, da un ‘estremità all’altra ma senza toccare la polpa.
  5. Aiutandoti con la lama del coltello, allontana un lembo di buccia dalla polpa del fico d’india.
  6. Tieni fermo il lembo di buccia con il coltello e, con l’aiuto della forchetta stacca il fico d’india dalla sua pelle srotolandolo
  7. Fai scorrere il fico d’India lungo la sua pelle fino a staccarlo completamente. Finalmente il fico d’India è sbucciato, pronto per essere degustato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *